Pubblicato da: Isi | 27 aprile 2013

Sentirsi nel posto giusto al momento giusto

Ti è mai capitato di sentirti come che non “incastri” nella situazione e nel momento in cui sei?

Al posto giusto?

E non capire: su carta stai perseguendo degli obiettivi ben definiti, impegnandoti in un percorso e naturalmente, salvo imprevisti, arriverai al naturale traguardo finale – è solo questione di tempo!

Però mentre sei lì che ci pensi, e ti fai le tue tabelline mentali, i conti non tornano: non ti senti “comodo” nel percorso che ti sei scelto e che, con tanta determinazione, stai portando avanti. Però siccome tutti ti dicono che quello che fai ha senso, ti fidi e resti lì, fiducioso che prima o poi i tasselli di quel puzzle che è la tua vita andranno magicamente al loro posto.

Ma lasciami raccontarti di un incontro che ho avuto con un ragazzo in associazione poco tempo fa. Mi dice che vuole andare all’estero per un po’ – perché qui, si sa, non ci sono opportunità – e poi mi illustra tutto il suo programma di vita di massima: un periodo all’estero per approfondire una lingua già imparata in Eramus perché è competitiva sul mercato del lavoro. Poi fare un dottorato. E poi lavorare in università – questa parte aperta se in Italia (poco probabile peraltro) o all’estero. Dopo averlo ascoltato gli dico: mi pare un buon piano. Io in tutto questo come ti posso aiutare?

“Mah – fa lui – in realtà l’esperienza Erasmus me la sento un po’ come se fosse chiusa e finita, e così andrei a ripescarla, ma non so neanche io. Però mi sembra l’opzione migliore”.

“Ma perché, in alternativa cosa ti piacerebbe fare? Cioè, la Novella ha la bacchetta magica, ti sfiora, e tu della tua vita puoi fare quello che vuoi, hai tutte le porte aperte: che fai?”

“Ah no, cambierei decisamente”. 

Quante volte capita di bloccarsi su un qualcosa che ha senso per gli altri e non per noi? E quante volte ci capita di rimanere invischiati a vivere le vite degli altri? A me è capitato, e per fortuna ne sono uscita (e facendomi un mazzo tanto, perché non è facile scoprire cosa si vuole per davvero, e assumere il rischio di provarci, con tutte le responsabilità che comporta): e ora più che mai mi sento che sono dove vorrei essere, né più né meno.

A te è mai capitato? Raccontami la tua storia se ti va! 🙂

Annunci

Vuoi dirmi qualcosa?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: