Pubblicato da: Isi | 15 luglio 2013

Giappi way of life

I giappi sono proprio carini.

E non sto usando questo aggettivo a casaccio, è che proprio non me ne vengono in mente di migliori. (Se non sai perché parlo dei giappi, clicca qui!)

Carini.

Certo, in due settimane di ferie non posso dire di aver conosciuto la cultura nipponica nel dettaglio. Ho visto qualcosina e, come spieghiamo sempre ai seminari pre-partenza dei nostri volontari, ho potuto vedere la superficie dell’iceberg.

Considerando la distanza – non solo geografica, evidentemente – per me è già tantissimo così.

Cosa mi è rimasto:

la gentilezza: lo dicono tutt*, lo so. Ma non è un cliché – ed ecco uno tra i tanti racconti. Il primo giorno che siamo arrivati, ha iniziato a diluviare. Noi ovviamente eravamo senza ombrello, quindi ci siamo riparati sotto la prima pensilina della metro che abbiamo trovato. Si avvicina una ragazza per prendere la metro, e, dopo aver chiuso l’ombrello, ce lo regala. Rimaniamo basiti. (A me in realtà veniva da piangere: mi capita sempre con le cose belle). Poi a un certo punto la ragazza torna verso di noi e, da italiani, pensiamo: “ecco, si è accorta di aver fatto la cazzata, adesso glielo restituiamo”. E lei cosa fa? Controlla di non averci rifilato un ombrello rotto, e ce lo restituisce, andandosene tra mille inchini e sorrisi. Noi: basiti il doppio.

il risparmio dell’acqua e il consumo di plastica: da un lato hanno questi lavandini collegati ai water. Per cui, quando tiri l’acqua, questa prima passa dal rubinetto, così ti puoi lavare le mani. Poi finisce nel wc, in modo che viene recuperata e se ne spreca meno. Oltre a questo, aggiungo che in tutti i ristoranti appena arrivavi ti portavano un bicchiere con brocca d’acqua, altro che bottiglie su bottiglie. Questo da un lato: dall’altro però, tanta plastica. Non solo per i distributori di bibite, presenti praticamente ad ogni angolo della strada. Che so, vai al supermercato, ti compri qualcosa da mangiare, hai bisogno dei bacchetti: ecco, quelli te li regalano, usa e getta. Impacchettati nella plastica, ovviamente. Oppure, quando arrivi al ristorante, ti portano una salvietta umida per lavarti le mani – quasi sempre implasticata prima.

la tranquillità: puoi girare per strada con tutto quello che ti pare addosso (tipo, la mia Canon che mi è costicchiata) e nessuno ti guarda o ti dice niente. Ti senti super sereno. E anche se sei in una metropoli, non sono tutti accelerati: fanno le loro cose come tante formichine, ma in serenità. Tant’è che nella metro mettono come musica di sottofondo cinguettio di uccellini per rilassarti.

il mondo al contrario (per noi, ovviamente): dalla guida, che è come nel Regno Unito; al mettersi in coda prima ancora che arrivi la metro; al non fare i furbi; all’avere una o due soluzioni standardizzate massimo per eventuali problemi – se queste soluzioni non funzionano, accettare serenamente che si è in difficoltà.

il regno del kitch: la bellezza passa con il modello dei manga: frangetta, occhioni, gambe lunghissime. I vestiti vengono indossati un po’ a caso: ce ne sono alcuni, omologati, che vanno tantissimo: la divisa da scuola, o il completo giacca cravatta nero. In alternativa stili e abbinamenti da restare a bocca aperta. Ma il kitch non è solo riservato all’abbigliamento: ci sono i modellini in plastica dei cibi che mangerai fuori dai ristoranti, per invogliarti; oppure i water con la musichetta per coprire eventuali rumori sgradevoli. Oltre alla musichetta – è bene sottolinearlo – i wc hanno anche dei getti d’acqua al posto del bidet: e sono getti differenziati a seconda se sei uomo o donna.

Da qui in poi ci saranno alcuni post su questo viaggio…divisi secondo le destinazioni: Tokyo, Okinawa, e Kyoto.

A presto!

***********

PS: altri racconti di viaggio li trovi cliccando qui in basso

Annunci

Responses

  1. Dai dai continua con il racconto…troppo curiosa…

    • Cara la mia Ila…a breve, promesso! 🙂


Vuoi dirmi qualcosa?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: